Pino Carega

La fotografia di @mattttilde che ritrae questo particolare scoglio nel tratto di mare tra Santa Margherita Ligure e Portofino mi impone una piccola spiegazione per coloro che non sanno ed al momento osservano questa roccia con curiosita’, vuoi per la sua forma, vuoi perche sulla cima ci cresce un albero.

Questo scoglio e’ detto “scoglio della carega”, deriva il suo nome dal dialetto genovese con cui la parola carega definisce la sedia. Effettivamente osservandolo ci si puo’ trovare una somiglianza in questa roccia. Su di essa e’ cresciuto un pino d’Aleppo, una particolare specie assai diffusa in Liguria. Non si sa come ci sia riuscito, ma questa specie arborea, e’ in grado di vivere con poca terra, affondando le sue radici nelle fenditure delle rocce e riuscendo a trarre nutrimento anche da quel poco che ha attorno.
Ebbene, nonostante questa apparente debolezza,  Pino Carega il 29 ottobre 2018 ha resistito alla violentissima mareggiata che ha colpito le coste. Onde alte 10 metri hanno distrutto moli, abbattuto pontili, costruzioni, divorato pezzi di strada lungo la costa, ma lui…e’ restato li. Impassibile, ancorato alla roccia, sferzato dal fortunale.
Da allora lo scoglio della carega con il suo pino hanno anche acquistato un valore simbolico per la nostra terra: la resistenza alle sventure che possono capitare e la resistenza della popolazione ligure, capace nonostante tutto di rialzarsi sempre e ricominciare a vivere nuovamente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.