Haddienuff

Chi sono

Ciao a tutti.

Se siete arrivati fin qui, avete avuto modo di vedere qualche foto, letto i link alle pagine Facebook, Twitter ed Instagram, avrete probabilmente notato che utilizzo i Nick di Haddienuff oppure Eddie Nuff

Sono una persona amante della fotografia, del disegno, della musica. Col passare del tempo ho coniugato queste mie passioni con un altro interesse: quello dei computer, che nel frattempo erano diventati oggetti che
progredivano di pari passo alle attività che ho descritto sopra, e crescevano nella simbiosi reciproca.

Se vi interessa la mia piccola storia e come io sia arrivato all’idea di realizzare questo sito, beh… vi invito a proseguire la lettura!

Per spiegare il perche’ della realizzazione di Incantesimi Digitali occorre tenere presente due linee guida che corrono parallele

La prima: nasce per passione e divertimento. Sono più’ di 30 anni che seguo con interesse l’evoluzione dell’informatica e lo sviluppo dei computer; qualcuno fra voi lettori si ricorda dei Sinclair ZX80, ZX81, Spectrum? Sono stati i primi computer sui quali ho messo le mani; ricollegavi alla TV, che fungeva da monitor; avevano una risoluzione che quando generavi un pixel sullo schermo compariva sul televisore un quadrato di un centimetro per lato che si piazzava li’, con un fragore che ti sembrava che qualcuno avesse schiantato la CPU.
Poi il Vic 20, il Commodore 64… da quando poi internet ha iniziato a diffondersi tra noi, in quel momento e’ nata anche la curiosità’ di conoscere come funzionava la rete e come realizzare i siti web.
La seconda: la diffusione ormai capillare di apparati telefonici mobili. Oggi smartphone e tablet hanno consolidato anche la loro propensione a scattare fotografie di discreto livello. Certamente non sono da considerarsi delle vere e proprie macchine fotografiche, ma i risultati sono comunque apprezzabili. Bisogna infatti ammettere che il livello sul quale si posizionano e’ qualitativamente elevato, prescindendo sempre, ovviamente, dalla categoria delle fotocamere.

Chi di noi non ha ormai con se’ un apparato mobile che faccia anche le fotografie?
Dico “almeno” perche’ e’ abbastanza comune che se ne abbiano con se anche due: uno personale ed un secondo dedicato al lavoro; magari uno smartphone ed un tablet.
Questo stato di cose ci ha profondamente cambiato, e’ nata e si e’ evoluta una nuova specie di passante:
essa non cammina piu’ con occhio disinteressato, incurante di cio’ che ci circonda; il comune pedone e’ assurto al ruolo di fotografo, fotoreporter, freelance, fotografo d’azione, documentarista urbano.
Con i nostri piccoli apparecchi fermiamo attimi, catturiamo emozioni, cogliamo istanti di espressioni in qualunque momento della giornata: andando al lavoro, facendo la spesa, gironzolando senza meta per le strade delle nostre città’.

Ecco dunque una altra ragione per cui mi e’ scaturita l’idea iniziale di questo sito

Che faccio

Per una strana combinazione di eventi e coincidenze tutti questi miei interessi mi hanno portato a lavorare nella sfera della telefonia mobile; dunque la mia giornata trascorre tra smartphone e tablet, affrontando ogni giorno le varie problematiche che possono riscontrare.

NO, NO… non lavoro per un gestore o un centro di assistenza.
…la mia occupazione e’ all’interno di una società’ che segue la gestione informatica di altre aziende…
per quanto riguarda la mia parte, io sono sul versante delle telecomunicazioni mobili.

Paolo Grande.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: